La Musica Racconta


Copertina posteriore

Il violoncellista maestro Sergio De Castris, con la raccolta “La musica racconta”, realizza pienamente l’obiettivo del musicista appassionato che cerca un rapporto col pubblico, un rapporto diretto e vivo e che crea il contatto con la musica rendendola più percepibile, ponendola, inoltre, in relazione con altre realtà culturali. Lo scopo di guidare studenti o pubblico generico all’ascolto di repertori a loro poco noti si realizza, in tale maniera, agevolmente: categorie di studenti, ma anche persone interessate disposte a uscire dalle loro consuetudini d’ascolto percepiscono il valore della musica classica e cominciano ad ascoltare una musica con la quale hanno sempre avuto scarsa confidenza, realizzano che si può capirla e magari anche affezionarsi gradualmente ad essa. La musica classica potrà essere percepita come qualcosa di meraviglioso e da sperimentare. Con i suoi umori e toni diversi, offre una straordinaria gamma di benefici e, in particolare, potrà influenzare positivamente lo stato d’animo delle persone: senza dubbio la nostra vita migliorerà! Il piacere dell’orecchio diventerà il piacere del cuore!
Devo anche aggiungere, a questo punto, che le intenzioni di questo libro non sono cosa nuova: si inseriscono in un “genere letterario” o se si vuole, “didattico”, che nei paesi di lingua inglese ha una tradizione consolidata e che via via, negli ultimi anni, col crescere della presenza della musica classica in ambiti vari ed eterogenei, ha trovato spazio nel nostro paese, da sempre terra di musica, patria del bel canto e di celebri compositori. In bocca al lupo Maestro Sergio, forte della tua competenza, potrai sviluppare interessi musicali con bravura e sensibilità, potrai essere timone e ancora di salvataggio per menti insicure o tormentate dal dubbio di non essere musicalmente intonate o di non sentirsi sufficientemente competenti. Tuttavia, ricorda che gli ostacoli saranno tanti. Ma gli ostacoli non sono insormontabili; in ogni caso, il tempo impiegato per educare alla buona musica non è mai sprecato! Continua cosi!

Maria Teresa della Valle

Collana:

Description

LA PRESENTAZIONE

Un incontro generazionale per parlare di Sant’Angelo dei Lombardi e per concretare un ideale passaggio del testimone tra chi ha conosciuto la stagione felice di questa cittadina e quanti, soprattutto giovani, vivono il tormento di quella attuale, nella prospettiva di costruire insieme un nuovo futuro. È questo l’insolito format scelto dall’editore Arturo Bascetta e dall’autore per presentare il volume di Michele Vespasiano da qualche giorno in libreria: “Sant’Angelo dei Lombardi, parole & immagini”. Dove le parole sono l’interessante collazione di brani scritti sulla cittadina altirpina da scrittori famosi come Francesco De Sanctis e Alberto Moravia, Dante Della Terza e Nacchettino Aurigemma e da altri meno noti al grosso pubblico. Alcuni storicizzati come Giustino Fortunato e Antonio D’Amato, altri contemporanei come Vittorio Gleijeses, Franco Arminio e Pasquale Natella. Scritti il cui comune denominatore è la narrazione corale del paese oppure solo di specifici angoli di Sant’Angelo, nei cui vicoli piuttosto che nella “deliziosa oasi di verde” narrata da De Biase alla fine del XIX secolo, sono passati nel corso degli anni personaggi che hanno fatto la storia e la cultura italiana, da Alfredo De Marsico a Umberto Nobile, a Giovanni Randaccio, da Antonio La Penna a Giovannino Russo e Attilio Marinari. Per non dire di pittori famosi come Emilio Notte o Luigi Crisconio che hanno poi magicamente trasferito sulla tela l’incanto degli scorci santangiolesi. Nel volume di Vespasiano, che si avvale di una piacevole veste editoriale, le citazioni bibliografiche si completano a fronte pagina con un non meno interessante corredo fotografico che spazia da illustrazioni di fine Ottocento (alcune inedite) fino alle più recenti fotografie di Sant’Angelo che con grande fatica è riuscita a venir fuori dalla confusione del disastro del terremoto. Alla presentazione, in programma per sabato 13 agosto nella corte antistante la torre normanna del Castello degli Imperiale, prenderanno parte gli scrittori di origine santangiolese Giannino Di Stasio (fresco destinatario della targa alla carriera del Premio Domenico Rea di Ischia) e Annamaria Gargano (suo è il racconto-confessione “Il vento, all’improvviso” edito da Mephite, da poco in libreria), affiancati da Renato Imbriano, santangiolese trapiantato in Brianza. A loro si contrapporranno i giovani di Sant’Angelo, nel tentativo di realizzare un racconto a quattro mani, parlando “senza soggezione, ma con gli occhi lucidi e il sorriso nel cuore, della Sant’Angelo che era e di quella che sarà”.

Dettagli

EAN

9788872970133

ISBN

887297013X

Pagine

96

Autore

De Castris

Editore

ABE Napoli

Recensioni

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni.

Recensisci per primo “La Musica Racconta”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Editorial Review

Ciclo di lezioni/concerto per avvicinarsi all’arte musicale attraverso l’ascolto, non generico o passivo, ma guidato e dal vivo o attraverso mezzi audio/video. Un’avventura nel mondo dei suoni e delle strutture musicali, per gustare al meglio il messaggio del compositore con un senso estetico più maturo e avviando l’acquisizione di elementi musicali di base per un buon ascolto. I contenuti musicali vengono presentati in una continua alternanza tra la musica “parlata”e “spiegata” e la musica “suonata”.