Gisulfo principe dei giudei della scuola medica salernitana

16,00


Copertina posteriore

I Longobardi di Salerno, riuniti dal Principe Gisulfo esule nel 1066, insieme ai bizantini dell’Imperatore d’Oriente e all’Imperatore d’Occidente, cacciarono gli slavi del Nord-Est del Guiscardo da Roma insieme all’alleato Papa che lo seguì a Salerno (dove rimasero relegati). I Longobardi Salernitani, riuniti da Gisulfo fondarono nel triangolo, Cimitile – Sarno Minori Amalfitana, (Na) – la Contea Italia in Regno di Enrico IV di Franconia seguendo una sola religione: quella evangelica degli Armeni di Nicea, Scuola medica salernitana, sposata dai Giudei di rito ebraico, che divenne la religione ufficiale di Roma, del Regno e della Contea ‘Italia’ di Gisulfo fino all’anno 1090 quando Enrico fissò i diritti degli ebrei di Worms, prima della nascita valdese. Gisulfo fondò il Principato, fu su Amalfi nel 1088 e arrivò a creare una nuova Longobardia Minor con a sede a Minori, cacciò il Papa da Salerno e fondò il Principato Citra, fece fuori i Normanni Slavi del Guiscardo a S. Angelo dei Lombardi e fondò il Principato Citra II con a sede l’arcidiocesi del Goleto. Il terremoto del 1088 e il ritorno del Papa che fondò Civitate Dei, la Città di Dio. Rinasceva la Repubblica di Amalfi dei cristiani.

Dettagli

EAN

9788898817320

ISBN

8898817320

Pagine

112

Autore

Bascetta

Recensioni

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni.

Recensisci per primo “Gisulfo principe dei giudei della scuola medica salernitana”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *